Paperblog

giovedì 12 gennaio 2012

Lago di Endine Modifiche al regolamento di pesca

Una Regina del Lago


Le Associazioni presenti sul lago, di cui Carpfishing Italia ne fa parte con la sede periferica Carpfishing Endine 139 sono giunte ad un accordo, un incontro d'intesa, e sono state elaborate modifiche logiche al Regolamento Piscatorio della Provincia di Bergamo.
Fatto questo è stato consegnato il tutto nelle mani dell'Assessore Provinciale Caccia e Pesca  Alessandro Cottini e del funzionario al servizio faunistico-ambientale della Provincia di Bergamo Alberto Testa.
Presentate in consulta sono state approvate tutte.

Quindi per quanto riguarda la nostra tipologia di pesca, Carpfishing,  le modifiche apportate al regolamento gia in essere sono queste:-

PER L'ESERCIZIO DEL CARPFISHING SUL LAGO DI ENDINE

  • E' consentita la pesca nelle ore diurne e notturne, anche con attendamento secondo le indicazioni impartite dal PLIS "Lago di Endine" riportate nelle "Notizie Utili" in appendice al libretto, con un massimo di 3 tre canne e con l'obbligo di rilascio del pesce pescato di notte.
  • Nel periodo dal 1 maggio al 30 settembre l'esca può essere portata al largo con l'imbarcazione dalle ore 20,30 e ritirata entro e non oltre le 6,30 del giorno successivo, nel periodo dal 1 ottobre al 30 aprile l'esca può essere portata al largo con l'imbarcazione dalle ore 18,00 e ritirata entro e non oltre le 8,00 del giorno successivo, nei predetti orari può essere portata al largo anche la pasturazione, sempre nei limiti previsti dalla normativa.
  • Al di fuori degli orari sopra riportati la pasturazione può essere effettuata solo con l'ausilio della fionda o con attrezzi simili e non può essere portata al largo con imbarcazioni.
  • E' altre sì consentito l'uso dell'imbarcazione, anche in orari notturni, esclusivamente per il recupero del pesce, che deve essere immediatamente rilasciato vivo.
  • E' sempre vietato detenere sul luogo di pesca, per la pasturazione e come esca, un quantitativo superiore a 500 grammi di mosca carnaria nonché più di 2 kg di altre pasture.
Deroghe a quanto sopra stabilito potranno essere concesse con apposito provvedimento della giunta Provinciale e solo per il tempo strettamente necessario allo svolgimento di gare e/o manifestazioni di interesse nazionale, su richiesta dei soggetti di cui all'art. 13, comma 1, del R.R. 22 maggio 2003 n.9 e s.m..i.

  • DURANTE IL PERIODO DI DIVIETO ALLA CARPA 20 MAGGIO / 20 GIUGNO E' VIETATO PRATICARE ALCUNA FORMA DI PESCA A QUESTA SPECIE E, IN PARTICOLARE, E' VIETATO L'UTILIZZO DI BOILIES.

Posta un commento